Carlucci E Glashow Dal Blog 3

Carlucci E Glashow Dal Blog 4 Carlucci E Glashow Dal Blog 2

25-2 A tutti coloro che mi hanno scritto sulla questione della Presidenza CNR

Rispondo a tutti insieme ringraziandovi delle vostre lettere anche quando sono inutilmente insultanti. Uno stato di diritto ha le sue regole. E’ stato fatto un bando pubblico per nominare il nuovo presidente del CNR. L’espletamento di un bando pubblico ha regole ben precise. La Commissione che lo gestisce ha il dovere di presentare una relazione per mostrare che la decisione è stata presa in maniera consona e del tutto trasparente. Se così non avviene, e così non è avvenuto, tutte le illazioni sono possibili. Si può pensare, per esempio, che si sia trattato di una decisione puramente partitica come lo stesso Parisi, Presidente della Commissione, ha difatti ammesso in sue dichiarazioni alla stampa e in una sua lettera. Esistono documenti ufficiali che mostrano la stretta vicinanza politica fra Mussi, Parisi e Maiani. Sembra che una quarantina di scienziati (neanche questo è sicuro) abbiano partecipato al bando. Parisi ha lasciato trapelare solo alcuni nomi dei bocciati. Bocciati peraltro a tempo di record. Sui giornali ha fatto più notizia il nome di qualche bocciato che non il nome del vincitore. Maiani avr spazio sui giornali solo dopo che il suo nome sar apparso fra coloro che hanno firmato la lettera contro il Papa. Parisi, operando nella massima segretezza, potrebbe aver lasciato trapelare i nomi di coloro che considera politicamente lontani o particolarmente antipatici semplicemente per umiliarli. Spero che non sia così ma la mancanza di qualunque documentazione rende lecito il dubbio. Dubbio anche avvalorato dal fatto che la Commissione ha voluto fare un bando pubblico. Poteva semplicemente guardarsi intorno e proporre una terna al Ministro. Invece ha preferito umiliare una quarantina di persone che, secondo quanto affermato dal sottosegretario Modica in Commissione Cultura della Camera, sarebbero delle semplici nullit rispetto a Maiani. Il buonsenso mi dice che non può essere così e per questo mi sono opposta attirandomi insulti di ogni genere per aver semplicemente fatto il mio dovere di membro dell’opposizione. Si ricordi inoltre che tutto questo è avvenuto a Camere sciolte. Concludendo mi sono convinta che Maiani non è il migliore scienziato possibile e immaginabile come vuol far credere una lobby scientifica molto potente che ha la Fisica delle Particelle come disciplina principale e la “Sapienza” come luogo di incontro preferito. Spero che al più presto si faccia un’attenta analisi su come vengono suddivisi i fondi pubblici per la ricerca. Che servano ad affrontare i gravi problemi del Paese e non solo a produrre tante pubblicazioni (anche sbagliate secondo Glashow) con tante citazioni per soddisfare la vanit di qualcuno.

Gabriella Carlucci .

Pubblicato lunedì 25 febbraio nella categoria Carlucci, Valori e Libertà, notizie e politica, scienza. 64 commenti a “A tutti coloro che mi hanno scritto sulla questione della Presidenza CNR”

  1. Lino Foresta scrive:

Gentile Onorevole Carlucci,

vorrei dare una breve risposta alla Sua cortese nota (non condivido gli atteggiamenti aggressivi verso di Lei, e riconosco che e’ del tutto appropriato che Lei, come componente della Commissione Cultura della Camera, esprima un punto di vista preciso su un problema importante per il paese come la Presidenza del CNR).

Voglio ricordare pero’ qualche fatto.

  1. La commissione Mussi era composta da una dozzina di scienziati di tante discipline rilevanti per il CNR: non sono certo del numero esatto, ma so pero’ che non si trattava certamente di scienziati riconoscibili per fede politica, e che il loro valore era stato ammesso da tutte le parti politiche.

  2. Parisi non era stato scelto come Presidente da Mussi, ma eletto in modo unanime dai componenti della Commissione.

  3. La Commissione ha proposto al Ministro Mussi una terna, non il solo Maiani. La terna comprendeva il Prof. Riccardo Cortese (un luminare di biologia molecolare, che ha fatto tantissime cose molto importanti nel privato, dimostrando di capire sul serio come il mercato e la ricerca scientifica possono vivere insieme), il Prof. Luciano Maiani (di cui ormai sappiamo anche troppo) e il Prof. Francesco Profumo (Rettore del Politecnico di Torino e professore ordinario di convertitori, macchine e azionamenti elettrici). Di nuovo la qualita’ della terna, non certo caratterizzata dal punto di vista politico, e’ stata approvata in modo unanime dagli addetti ai lavori.

La responsabilita’ della Commissione “Parisi”, dunque, si riduce alla proposta di questa terna. Vorrei notare che non solo nessuno ha detto che Cortese e Profumo erano delle “nullita’” rispetto a Maiani, ma che anzi tutti hanno dichiarato che i tre candidati erano allo stesso livello eccellente (e, francamente, davvero lo erano). Altra cosa e’ il problema (quello si’ un problema vero) che riguarda il Prof. Boschi: basta d’altronde leggere, anche soltanto dal punto di vista dell’impostazione sintattica, il suo “post” sul blog “Valori e Liberta’”, per restare assolutamente sconcertati. Diventa infatti subito inconcepibile che qualcuno che maneggia tanto male la lingua italiana possa anche soltanto ambire a diventare presidente di un grande ente di ricerca.

  1. Il Prof. Maiani e’ stato scelto dal Consiglio dei Ministri, su proposta di Mussi. Quindi, di nuovo, la responsabilita’ di questa scelta, che Lei ha ovviamente tutto il diritto di non condividere e criticare, va attribuita all’intero Consiglio dei Ministri, che lavorava su una terna di nomi. Questo fatto secondo me e’ importante, perche’ la scelta e’ stata realmente, e non solo formalmente, di tutto il CdM. Non solo quindi non si tratta di una scelta della Commissione “Parisi”, ma nemmeno di una scelta in senso stretto del Ministro Mussi.

  2. Tutto questo, tutto, e’ avvenuto a Camere aperte, non a Camere sciolte. Le Camere sono state sciolte dopo che il CdM aveva indicato il Prof. Maiani.

  3. La fisica delle particelle italiana e’ certamente una grande fierezza del nostro paese, e non ha colore politico. Questo e’ vero. Pero’ anche se e’ vero che La Sapienza e’ un luogo di grandi tradizioni (in questo momento il decano e autorita’ indiscussa del gruppo e’ il prof. Cabibbo, Presidente della Accademia Pontificia delle Scienze), la fisica delle particelle e’ viva e forte in Italia, in molte sedi probabilmente piu’ cha alla Sapienza, e tante figure sono davvero dei pilastri: penso certamente al prof. Zichichi e alla fantastica Scuola di Erice, o al prof. Rubbia, o a Universita’ come quella di Padova, di Trieste, di Torino, al lavoro fantastico che gli italiani fanno al CERN di Ginevra, o agli splendidi laboratori del Sud di Catania.

Questo e’ importante. In nessun modo La Sapienza e’ il centro della fisica delle particelle in Italia, in nessun modo i grandi fisici che sono alla Sapienza esauriscono una lista di eccellenze che davvero riguarda tutta l’Italia, e fra le quali il prof. Zichichi ha un posto che restera’ nella storia.

Di nuovo, comunque, concordo del tutto con lei sul fatto che un’analisi seria e continua sul come vengono suddivisi i fondi pubblici per la ricerca e’ un diritto e anche un dovere per una politica seria. E, dal canto suo, nessuno scienziato serio potra’ mai lamentarsi di una tale analisi. Io considero queste Sue parole come molto benvenute.

  1. Voglio chiudere su un tono piu’ leggero, con una banalita’ che ha pero’ il suo ruolo. Essere vanitosi non portera’ mai nessuno ad avere piu’ citazioni! Si puo’ essere vanitosi e molto citati, naturalmente, ma mai si e’ citati perche’ vanitosi. Sarebbe troppo facile. Io non so se Lei e’ vanitosa, forse un pochino: sono sicuro pero’ che mai avrebbe potuto presentare due Sanremo se non fosse stata brava davvero a fare il Suo lavoro, e poi non sarebbe diventata segreteria della commissione cultura della camera se non fosse stata competente. Forse poi, essendo un po’ vanitosa (e non so se questo sia vero!) avra’ gioito un po’ di piu’, pero’ certamente non e’ stata la vanita’ ma la competenza a garantirLe il successo. Le assicuro che lo stesso vale per gli scienziati (e, nello specifico, per il Prof. Parisi, se e’ di lui che si parla).

La ringrazio per avermi dato modo di esprimere la mia opinione. |Lasciato il 25 febbraio 2008 alle 21:37|

  1. Francesco Giacosa scrive:

Cara onorevole Carlucci, non sono politicamente attivo, sono un fisico italiano che lavora ormai dai anni in Germania. Non ho idea dei legami del Prof. Maiani con i partiti politici, non ho alcun interesse a fare sviolinate poiché non lavoro in una Universit italiana, e non intendo farlo in futuro. Ma in tutta sincerit , mi creda: Luciano Maiani è senza ombra di dubbio uno dei migliori scienziati italiani, riconosciuto e stimato ovunque. E’ sicuramente un bene per la scienza italiana che una tale personalit sia a capo del CNR. Poi Lei può anche dissentire dalla nomina, ma riconosca l’estrema capacit scientifica del nuovo direttore del CNR. Certo che mi preoccupo che il centro-destra combatta contro Maiani ma abbia difeso una personalit controversa come Cuffaro. |Lasciato il 25 febbraio 2008 alle 21:39|

  1. Giorgio Parisi scrive:

Gentile Onorevole Carlucci,

Visto che lei ha dei dubbi sulla procedura seguita dalla Commissione di alta consulenza (Search Committee), e in particolare sul mio operato, mi pare mio dovere contribuire a dissiparli. Vorrei quindi precisare che:

1) Il Search Committee non ha fatto un “bando pubblico” secondo le norme previste per i pubblici concorsi, né avrebbe potuto farlo, avendo solo un ruolo consultivo; il Search Committee si è semplicemente rivolto alla comunit scientifica chiedendo di presentare candidature o autocandidature.

2) Io non ho mai detto che la scelta della terna sia stata una decisione partitica, anzi mi pare evidente che sia vero il contrario. Sfido chiunque a dimostrare che la commissione fosse politicamente polarizzata. I dieci nomi sono noti.

3) Maiani non ha mai preso posizioni politiche pubbliche e non è vicino a nessun partito. Affermazioni contrarie sono state smentite da Maiani medesimo. Certamente io non so per che partito voti e non glielo ho mai domandato.

4) Nessun nome delle persone che hanno dichiarato il loro interesse è mai trapelato. Gli unici nomi noti sono quelli di coloro che hanno diffuso di loro spontanea iniziativa la notizia della loro esclusione e che certo non possono lamentarsi di questa notoriet .

5) La lista delle persone che hanno dichiarato il loro interesse è stata tenuta riservata proprio nell’interesse delle persone medesime, come in tutto il mondo è procedura standard dei Search Committee per posizioni di questo livello.

6) Personalmente ritengo che la stragrande maggioranza delle persone che hanno dichiarato il loro interesse e che non sono state incluse nella terna finale presentata al ministro (Cortese, Maiani e Profumo) siano persone di notevole valore, in alcuni casi di eccezionale valore scientifico. Purtroppo era necessario limitarsi a solo tre nomi. Proprio vista l’alta qualit delle persone coinvolte e l’ampio spettro di competenze necessario per fare il presidente del CNR sarebbe stato insensato fare una graduatoria degli esclusi dalla terna finale.

Vorrei concludere riportando il comunicato stampa dell’ANSA a proposito di una dichiarazione rilasciata alla stampa da tutti gli altri membri del Search Committee:

ANSA – ROMA, 17 GEN – Dopo le dichiarazioni di ieri del capogruppo Udc alla Camera, Luca Volonté, riguardo a “una serie di incredibili coincidenze che gettano un’ombra anche sui metodi seguiti per la scelta del prossimo presidente del Cnr” i membri del Comitato di esperti nominato dal ministro Mussi, respingono le tesi del parlamentare e difendono i criteri di nomina.

“Il metodo del Search Committee, o Comitato di esperti, scelto dal ministro dell’Universit e della Ricerca Fabio Mussi per indicare la terna di nomi da proporgli per la presidenza del Consiglio Nazionale delle Ricerche, corrisponde ai migliori standard internazionali e ha suscitato commenti solo positivi da parte della comunit scientifica internazionale.

Il presidente del Search Committe, professor Giorgio Parisi, è stato eletto all’unanimit dai membri del Comitato e non nominato dal ministro Mussi, “come sostiene erroneamente Volonté”, scrivono gli esperti del Committee. L’organismo vede al suo interno Paolo Blasi, Claudio Bordignon, Antonio Palma, Alberto Sangiovanni Vincentelli, Salvatore Settis.

“I lavori del Search Committee – si legge in una nota – si sono svolti, grazie alla equilibrata presidenza del professor Parisi, secondo consolidate norme di seriet e di correttezza scientifica ed istituzionale.

Infine, fra le persone indicate nella terna, Maiani ha avuto il voto unanime di tutti i membri del Comitato. L’indicazione del suo nome è dovuta alla sua impeccabile probit scientifica e istituzionale, alla sua esperienza direttiva di enti di grande prestigio mondiale come il CERN e all’altissimo livello della sua produzione e reputazione scientifica riconosciute a livello internazionale”.

In ogni caso sono sempre a sua disposizione per ogni ulteriore chiarimento voglia avere sulle procedure seguite.

Le invio i miei migliori saluti

Giorgio Parisi

Ps È del tutto irrilevante, ma sono circa venti anni che non mi occupo di Fisica delle Particelle. |Lasciato il 25 febbraio 2008 alle 22:31|

  1. claudio scrive:

Scusi ma qui il problema è un altro… lei ha attaccato Maiani e altri grandi fisici italiani riportando cose che sono poi state smentite da tutti i diretti interessati (i professori Cline, Glashow e Iliopulos) e non contenta ha anche deciso di rispondere con una lettera veramente ridicola al professor Glashow che, dimostrando una pazienza infinita, le ha anche risposto!

Secondo me più che spiegare cosa l’ha spinta a denigrare il meglio della fisica italiana dovrebbe limitarsi a chiedere scusa a tutti e a finirla qui…farebbe figura migliore! E la smetta di dire che “mi sono convinta che Maiani non è il migliore scienziato possibile e immaginabile” perché non si capisce su cosa basa la sua convinzione! Spero non esprima una convinzione scientifica visto che grandi professori e premi Nobel hanno detto esattamente il contrario! E se permette forse il loro parere vale un po’ più del suo… |Lasciato il 25 febbraio 2008 alle 22:38|

  1. simone scrive:

carissima on. Carlucci, che lei si sia convinta che Maiani sia uno scienziato di bassa lega mi fa molto piacere, perché dimostra come la sua convinzione non abbia fondamento alcuno. La comunit scientifica, con l’eccezione del rancoroso Boschi, ha smentito le sue parole. Cosa la rende così convinta? Forse la lettera firmata da Maiani insieme ad altri docenti… ma questo cosa c’entra con la sua idoneit alla presidenza CNR?

La smetta di attaccare chiunque su basi inesistenti. Ogni sua affermazione ha avuto mille e più smentite dai diretti interessati. La sua risposta è semplicemente ridicola: c’è una lobby… saranno mica piduisti?

Ormai però ha imboccato questa strada, la sua arroganza le impedisce di chiedere scusa per le falsit dette, e quindi perseverer , coprendosi di ridicolo senza limite.

Mi spiace di non poterle togliere il mio voto, visto che non gliel’avrei mai dato. |Lasciato il 25 febbraio 2008 alle 22:59|

  1. Mario scrive:

On. Carlucci, secondo me le converrebbe chiedere scusa per essersi presa una cantonata. Persone come Maiani e Parisi danno lustro a questo paese. Lei, come tutti gli italiani, dovrebbe solo essere loro grata. |Lasciato il 25 febbraio 2008 alle 23:11|

  1. lykos scrive:

On.Carlucci,mi piacerebbe sapere se tutti questi scrupoli morali che l’attanagliano riguardo alla potente lobby della Fisica Particellare,non le vengano mai in mente quando è seduta a qualche riunione di Forza Italia? Che ne so,quando ha Dell’Utri vicino si sente schifata allo stesso modo?Non sar iscritto alla lobby dei fisici,ma in qualche altro giro c’è di certo. |Lasciato il 26 febbraio 2008 alle 00:53|

  1. Massimo Liberto scrive:

Mah…sar …mi interesso di spettacolo da trent’anni signora, a malincuore devo confessarle che, in verit , l’ho sempre trovata freddina, poco attenta e imprecisa ma soprattutto quella carenza di ritmo che le impediscono sicuramente di fregiarsi del titolo di “ottima conduttrice”, alla luce di questo le chiedo se non sarebbe stato meglio che studiasse con più attenzione i dettami della sua professione anziché ripiegare in politica. |Lasciato il 26 febbraio 2008 alle 11:04|

  1. Tuya scrive:

Se ci fosse il ripristino della preferenza nell’istituto del voto persone come lei la poltrona la vedrebbero con il binocolo. Ci vuole coraggio a criticare un luminare quando le uniche competenze che si posseggono sono quelle da venditrice di pentole. |Lasciato il 26 febbraio 2008 alle 17:25|

  1. valentina scrive:

siete tutti comunisti! vergogna!non sapete fa altro che insultare l’On.Carlucci attaccandovi ad argomentazioni stupide…be c’e’ da aspettarselo da gentaglia ignorante comunista come voi, che vi predicate luminari della scienza… |Lasciato il 27 febbraio 2008 alle 01:13|

  1. maurizio scrive:

Valentina, rileggi i post.. troverai solo accuse di incompetenza e/ o incoerenza, a mio modo di vedere, e così come sono esposte, del tutto leggittime..se poi la verit offende… |Lasciato il 27 febbraio 2008 alle 02:23|

  1. simone scrive:

Credo e spero che il commento di Valentina sia ironico… D’altronde è proprio Silvio che ha abituato gli italiani ad avere il terrore dei comunisti mangiabambini. |Lasciato il 27 febbraio 2008 alle 09:59|

  1. Roberto scrive:

Mah…comunisti…come se ne esistessero ancora…è solo una parola a cui un tempo si dava un significato legato ad un particolare momento storico in cui ci si divideva tra buoni e cattivi, cioè o stavi con gli americani ed eri buono o stavi con i sovietici ed eri cattivo. Ci sarebbe molto da discutere su questo e prima ancora sul significato assoluto di buono e cattivo nei riguardi del genere umano. Cioè l’uomo è buono o cattivo? Boh…Ma insomma non so quanti anni abbia questa Valentina, spero sia anziana, in ogni modo mi auguro che riesca a superare queste logiche obsolete in cui si dividevano gli uomini in categorie: buoni e cattivi, ignoranti e dotti, comunisti e fascisti, ecc. Forse sarebbe il caso di rendersi conto che più delle idee contano i fatti e che l’Italia sta sprofondando sempre più giù a causa di gente miope ed ottusa che pensa soltanto al tornaconto personale, alla sopravvivenza della sua cerchia, alla conservazione del potere e dei privilegi, a livello locale, regionale e nazionale non perché si è di destra o di sinistra, ma solo perché è nella natura umana sopratutto italiana proteggere e autoproteggersi, non indignarsi. Cosa dire poi dell’agire uniti o della mancanza del senso della nazione, non inteso come patria a cui immolare lo spirito ed il corpo, ma piuttosto come una casa comune dove dobbiamo vivere e condividere delle risorse sempre più scarse sulla base di regole certe e democratiche. Da che mondo è mondo l’occupazione sistematica di un ruolo e del potere ad esso associato, dei privilegi che conferisce, della certezza a livello “spirituale” è alla base della tracotanza, dell’insensibilit . Bisognerebbe dare veramente a tutti l’opportunit di fare politica nell’ottica del perseguimento esclusivo degli interessi del paese e impedire per legge l’occupazione delle poltrone, favorire il ricambio generazionale, istituire corsi di laurea ad hoc, usare la logica ed il merito nell’attribuzione delle cariche ed impedire a chiunque di considerarsi inamovibile ed indispensabile, fare politica non è come mi disse un giorno un politico locale un hobby a cui dedicare parte del proprio tempo per risolvere i problemi della gente, ma un impegno serio, costante, creativo, responsabile in cui una persona temporaneamente si dovrebbe impegnare coscienziosamente senza ricavarne che uno stipendio normale: massimo 5000 euro, se non meno, pensione non dopo una semplice legislatura, ma come tutti gli altri cittadini. Se eliminiamo i privilegi, riduciamo gli stipendi, facciamo cambiare per legge i nostri rappresentanti politici impedendogli di innamorarsi del ruolo che hanno, se gli anziani se ne vanno a casa a fare i nonni, e se capiamo che non possiamo più dividerci in questi schieramenti privi di alcun senso logico, forse riusciremo a rendere questo paese normale. Altrimenti prima che la nave affondi consiglio a tutti una sana emigrazione di massa. definitivamente, cioè se fare politica diventasse un lavoro veramente faticoso, dal punto di vista psichico e fisico, e se non determinasse tutto ciò che garantisce adessofscindere definitivamente ogni genere di |Lasciato il 27 febbraio 2008 alle 10:45|

  1. Inchiostro » L’onorevole showgirl Carlucci contro Maiani e il nobel Glashow scrive:

[...] Risponde anche a quanti le scrivono sull’argomento (sempre con insulti, a quanto dice lei, mentre per chi le legge sono critiche ponderate ed educate), risponde e scopre il suo astio: per lei la nomina di Maiani è una nomina politica, il professore sarebbe vicino a Mussi e a Parisi, presidente della Commissione. [...] |Lasciato il 27 febbraio 2008 alle 16:55|

  1. Bioetica scrive:

“Spero che al più presto si faccia un’attenta analisi su come vengono suddivisi i fondi pubblici per la ricerca. Che servano ad affrontare i gravi problemi del Paese e non solo a produrre tante pubblicazioni (anche sbagliate secondo Glashow) con tante citazioni per soddisfare la vanit di qualcuno.”

Continua a ripetere cose che Glashow ha smentito in modo forte e chiaro? Non riesco a capire cosa significhi “concludere”: forse ignorare gli stessi pareri (veri) di quanti cita a sproposito? Più onesto sarebbe affermare: “è così perché lo penso io e questo deve bastarvi!”. Sarebbe insensato, ma onesto. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 11:47|

  1. (Bad) fiction in science (seconda puntata) « Progetto Galileo scrive:

[...] 28, 2008 disinformazione scientifica Tags: CNR, Fisica, Luciano Maiani, Sheldon Lee Glashow Gabriella Carlucci: Concludendo mi sono convinta che Maiani non è il migliore scienziato possibile e immaginabile [...] |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 11:58|

  1. g45 scrive:

E’ evidente, Gentile Onorevole Carlucci, che qualche suo dirigente di partito, in modo irresponsabile, Le abbia dato disposizione di scatenare questa catastrofica (per Lei e per F.I.) polemica evidentemente confidando nella sua candida ingenuit . Limiti i danni, insulti a dovere i suoi perfidi suggeritori, riconosca che questo è un campo nel quale non sarebbe mai dovuta entrare, chieda scusa a tutti e passi ad altri temi più adatti (p. esempio la grave crisi di San Remo e le riprovevoli esternazioni di Pippo Baudo). |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 13:33|

  1. franco scrive:

da quello che posso capire dagli scritti della onorevole (?) Gabriella sembra che Maiani sia stato eletto non in base alle competenze (riconosciute praticamente da tutti) bensì in virtù di una vicinanza a Parisi e Mussi; se Maiani avesse dubitato della sua elezione alla Commissione cultura citando una qualche collega che si riteneva altrettanto meritoria e avesse addotto come ulteriore motivo il fatto che lei non ha vinto un telegatto lei giustamente si indignerebbe (o no?) potrebbe sostenere che il mondo dello spettacolo non è pertinenza di Maiani, e il fatto di non aver vinto un telegatto si riduce al fatto che ci sono tanti bravi professionisti nello spettacolo ma i telegatti non sono infiniti. quindi per restare coerente delle due l’una: o si scusa con tutti pubblicamente, o quando anche un emerito sconosciuto avanzi dubbi sulla sua competenza si dovrebbe dimettere ultima cosa. io non sono avvocato, ma sostenere che qualcuno è arrivato in una posizione come può essere quella di Maiani senza titoli e grazie alla spinta di certi politici sia passibile di querela (e se fosse così mi piacerebbe proprio che Mainani la portasse in tribunale, così potrebbe sostenere le sue ipotesi davanti a una giuria cercando di contrastare quanto viene dette da un premio nobel ) |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 13:49|

  1. franco scrive:

e comunque, cara GabrieLLa, ancora aspetto di sapere cosa pensi a proposito di:

la cottura del cavolfiore al forno con curry e limone, il dilemma di Haldane sulla velocit del processo di evoluzione favorevole, il fatto che quando una fetta di pane imburrata cade caschi sempre dalla parte col burro, meglio pro evolution soccer5 o 6? la materia oscura permetter di raggiungere la densit critica e innesacare il big crunch? un toro ascendente scorpione e una leone ascendente vergine possono instaurare un rapporto duraturo? “Ogni variet chiusa n dimensionale omotopicamente equivalente alla n-sfera è omeomorfa alla n-sfera” è la soluzione giusta alla congettura di Poincaré? domani piover ? Achille ranggiunger la tartaruga? meglio un uovo oggi o una gallina domani? |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 13:51|

  1. vittorio scrive:

povera gabriella…parlare senza sapere di cosa si sta parlando è uno degli eventi più sciagurati per un essere umano. Fai affermazioni su un ambito scientifico (quello della fisica delle particelle) di cui non hai minima idea. Fai affermazioni su nobel in fisica, teorie scientifiche, prestigio scientifico senza capire quello che stai dicendo. La tua sfortuna è che rivesti una posizione rilevante (parlamentare) altrimenti a parte qualche battuta saresti stata ignorata. Invece no…ti sei resa ridicola in modo indelebile. Sar dura recuperare..ma rappresenti una ulteriore dimostrazione di come sar difficile ricostruire una classe politica che con dignit , umilt e dedizione sia di aiuto al paese. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 14:48|

  1. Alessandro scrive:

Gent.le on. Carlucci, ho letto con profondo disgusto su alcune riviste scientifiche internazionali il resoconto del suo maldestro tentativo di screditare la reputazione scientifica del Prof. Maiani. Non desidero approfondire le chiare motivazioni politiche di questo atteggiamento, né tantomeno illustrarLe il valore delle scoperte di Maiani; essendo io un fisico della materia condensata, infatti, ritengo più opportuno lasciare questo compito ai miei colleghi più competenti che studiano le particelle elementari. Tuttavia sono rimasto sconcertato dalla superficialit da Lei dimostrata in questa circostanza e dalla manifesta mancanza di una pur minima conoscenza, non dico della fisica della particelle (ci mancherebbe!), ma del mondo della ricerca scientifica e dei suoi meccanismi di valutazione e competizione. Le consiglio di investire qualche soldo per un abbonamento all’Institute of Scientific Information che e’ l’unica entit professionale che raccoglie, cataloga, analizza, etc., da decenni tutte le pubblicazioni scientifiche al mondo. Potr così familiarizzare con termini come citazioni, impact factor, h-factor, etc. ed evitare in futuro di rimediare magre figure come questa, che infangano ahimé il nome del nostro Paese e dei suoi politici nella comunit scientifica internazionale.

PS Sicuramente sbaglierò, ma non ricordo suoi precedenti accesi interventi a difesa del prestigio scientifico che il ruolo di Presidente del CNR dovrebbe giustamente richiedere. Concorder che questo è un po’ strano visto che il precedente Presidente, che pure non ha vinto nessun Nobel, e le cui uniche pubblicazioni scientifiche risalgono ai primi anni 70 (il CV purtroppo e’ ancora disponibile in rete: http://www.cnr.it/sitocnr/IlCNR/Organizzazione/ Presidente/cvPistella.pdf), fu nominato proprio dal governo della sua coalizione, senza peraltro consultare nessuna commissione di esperti per vagliarne la statura scientifica.

Cordiali saluti |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 15:20|

  1. federico scrive:

povera italia, poveri italiani. qualche decennio fa, invece della realt poteva essere l’incipit di una barzelletta: c’è una soubrette che viene eletta in parlamento e decide di occuparsi di fisica delle particelle etc etc etc. Misero destino, miseri noi…. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 15:32|

  1. Barbara scrive:

Un famoso fisico italiano (Bruno Coppi),quando insegnava in una famosa universita’ americana,vicino alla lavagna sulla quale scriveva,aveva apposto un cartello con la scritta:”prima di parlare tase” (proverbio veneziano).PRIMA DI PARLARE TACI.E questo avrebbe dovuto fare anche Lei prima di inoltrarsi in cose di cui Lei non ha la piu’ pallida conoscenza.Almeno questo avrebbe fatto ogni persona dotata di un minimo di buon senso.Per non rimediare la figuraccia che ha rimediato,mica per altro! Se poi ritiene i commenti a Suo sfavore “solo inutilmente insultanti” che dire:forse se li e’ solo andata a cercare. Io al Suo posto morirei di vergogna. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 15:48|

  1. Alberto scrive:

Io invece non mi scandalizzo affatto. Dopo berlusconi presidente e Mastella ministro, magari Gabriella puo’ andare lei al CNR. Emiliofede alla NASA ? |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 17:13|

  1. Richard Feynmann scrive:

Cari miei colleghi, non approvo il vostro attacoo alla signorina Carlucci. La fisica e’ una scienza democratica e come tale deve accettare il giudizio democratico di una persona eletta democraticamente e che ha dimostrato il suo valore e le sue capacita nel mondo delle information technology (broadcast television) una scienza sorella alla nostra benamata fisica. Brava signorina Carlucci continui cosi e mantenga alto il rispetto per le organizzazioni democratiche di questa italia elitaria, dove si muovono mari quando una acclamata soubrette si permette di giudicare in materie nucleare scientifiche. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 17:41|

  1. aglaia scrive:

Ormai è stato detto tutto, quindi non sto a ripetere le cose così ben dette da altre persone. Che lei abbia sbagliato e abbia torto è evidente ormai. Perché non chiede scusa? |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 17:51|

  1. Alberto scrive:

X aglaia: non ce la puo’ fare a chiedere scusa. E’ nel dna di FI quello di ripetersi 100 volte di aver ragione. Per loro l’errore non esiste, sono gli altri a capire male. Non sono loro che parlano velocemente, ma sei tu che ascolti troppo lentamente. Poi, parliamoci chiaro, se davvero hanno convinto Gabriella a parlare di fisica oltre che di politica, noi mortali non abbiamo alcuna possibilita’ di farle capire dov’e’ che sbaglia. I problemi arriveranno quando ce la ritroveremo ad insegnare ai nostri figli. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 18:05|

  1. Stefano scrive:

On. Carlucci, un po’ di onest intellettuale. Le reticenze sue del suo partito nascono semplicemente dal fatto che il Prof. Maiani è uno dei firmatari del “casotto” Sapienza. Avete tentato di screditarlo in tutti i modi, ma vi è andata male visti gli altissimi meriti e la somma competenza in materia del professore. Al suo posto avrei suggerito almeno alla dirigenza di far scrivere la letterina a qualcuno che vagamente potesse vantare un’infarinatura di fisica, ma al ridicolo non c’è mai fine. Il problema di questo paese è proprio il consentire a qualcuno di occuparsi di cose che non conosce. Lei sar anche una stimata professionista dello spettacolo, ma le consiglio di lasciare il ruolo di parlamentare a qualcuno che in politica può fare meglio. In caso contrario ci aspettiamo le prossime elucubrazioni suggerite dalla sezione o dalla parrocchia più vicina. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 18:29|

  1. Barbara scrive:

“La potentissima lobby della Fisica delle Particelle dell’universita’ La Sapienza”. INCREDIBILE!!!!! |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 19:44|

  1. Andrea Bertuzzi scrive:

Alle solite: quando i fatti smentiscono brutalmente i nostri castelli in aria, niente di meglio che gridare al complotto ad opera solita “potentissima lobby”. Niente da dire, signora Carlucci, ha imparato bene la lezione, tanto che mi viene da farle i complimenti: la sua mancanza di senso del ridicolo, infatti, spicca perfino in un partito come il suo. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 20:17|

  1. gabriele ingrosso scrive:

Cara on., sono del suo stesso partito e mi dispiace per tutti gli insulti che sta ricevendo per questo intervento contro Maiani. I comunisti stanno dando sfoggio di tutta la loro volgarit . Tuttavia devo ammettere che sulla questione maiani ha preso una grossa cantonata. Glashow e Iliopulos per bocca di Corianò hanno potuto spiegare come sono andate le cose. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 20:29|

  1. Federico scrive:

Il suo intervento su Maiani è il classico esempio di come funzionano le cose in Italia: politici senza autorevolezza per poter giudicare alcunché dell’operato di ricercatori e scienziati impongono, o cercano di imporre, nomine dall’alto di convenienze politiche o ideologiche. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 20:39|

  1. samuele siani scrive:

Credo sia giunto il momento di tirare i remi in barca, signora Carlucci. E contare, almeno a livello nazionale, sulla pessima memoria degli italiani. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 22:20|

  1. Francesca S. scrive:

Ma perché insistere a farsi del male con questa storia. Signora carlucci, la prego, ammetta di aver preso una cantonata e la smetta di far fare la figura delle oche ignoranti a noi donne. Grazie. |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 23:07|

  1. Tommaso scrive:

Sto morendo dal ridere: “se Maiani e i suoi amici sono, come Lei dice, luminari stellari stimatissimi in tutto il mondo, perché non hanno mai vinto il premio Nobel?” Ma non è che, tra una televendita di padelle e l’altra, ha confuso il Nobel con il Telegatto? |Lasciato il 28 febbraio 2008 alle 23:47|

  1. Antonio scrive:

O mio dio.. che roba.. pensavo di averle viste tutte e invece adesso cosa ti spunta dal Cilindro? La Carlucci che disquisice di fisica e di nanoparticelle! Non so se ridere o se piangere per la tragicomca fine che sta facendo questo paese. Se penso che gente come lei siede in parlamento, la previsione per il futuro non può che essere una.. finiremo seppelliti sotto le macerie, tutti! Si salvi chi può (scappando all’estero prima che sia troppo tardi). |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 00:45|

  1. Enzo D. scrive:

scusate ma lei è quella che ha messo la tassa su i supporti CD DVD e su gli hard disk per contrastare la pirateria? se è lei che ha fatto quella legge sappia che la maggior parte delle persone acquista i supporti su internet dalla germania che costano di meno |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 09:22|

  1. paolo scrive:

salve onorevole, >Spero che al più presto si faccia un’attenta >analisi su come vengono suddivisi i fondi >pubblici per la ricerca… >…problemi del Paese e non solo a produrre tante >pubblicazioni (anche sbagliate secondo Glashow) >con tante citazioni per soddisfare la vanit di >qualcuno. prima di partire in quarta con l’attenta analisi, sappia che alcune di quelle pubblicazioni si fanno tramite computer da ~900 euro ed una connessione alla rete…molto meno di un’auto blu…blu come gli occhi di paul newman. |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 10:15|

  1. Benedetto De Vivo scrive:

Preg.ma On.le Carlucci, mi é stata segnalata la lettera del Prof. E. Boschi scritta in relazione alla nomina del Prof. Maiani alla Presidenza del CNR. La morale della lettera di Boschi é che…. il terremoto dell’Irpinia oltre a causare danni alle persone e alle cose, ha, ahinoi, anche privato l’Italia di un altro potenziale Premio Nobel, di cui il Paese avrebbe potuto menar vanto. Non entro nel merito della ricostruzione, “puntigliosa” e direi venata anche da un pò di invidia del Prof. Enzo Boschi nei confronti del Prof. Maiani. La cosa non penso faccia molto onore al Prof. Boschi. Non entro nello specifico dei meriti del Prof. Maiani; altri più autorevoli del sottoscritto nel campo della fisica si sono espressi. Non é il caso di aggiungere altro. Mi soffermo sullla parte iniziale della lettera laddove Boschi recita “é da parte mia un dovere spiegare, a coloro che mi stimano, i motivi per cui ritengo sia stato commesso un atto di selezione non fondato su meriti scientifici”. Non pensa il Prof. Boschi che il rispetto della meritocrazia debba valere, sempre e comunque, per tutti? O pensa che l’osservanza della meritocrazia debba venire invocata solo quando si ritiene che i “propri meriti” non ricevono la giusta valutazione? Allego all’On.le Carlucci un articolo “Italy’s investement in research” mio (e dei colleghi Giuliano Panza e Angelo Peccerillo) pubblicato sulla rivista rivista EOS (organo ufficiale dell’American Geophysical Union, cioé l’organismo che raccoglie il maggior numero di scienziati, a livello mondiale, in campi che spaziano dalla vulcanologia alla geofisica alla fisica dell’atmosfera e altro), riguardo i “criteri” di merito che lo stesso Boschi fa osservare nella gestione dei fondi pubblici dati in affidamento dalla Protezione Civile all’Istituto Nazionale di Geofisica e Vuilcanologia da lui diretto. Allego anche l’interpellanza parlamentare sull’argomento presentata dall’Onle Poretti. Cordiali saluti B. De Vivo |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 12:19|

  1. Benedetto De Vivo scrive:

Preg.ma On.le Carlucci, in relazione al mio commento (26.2.08) della lettera del Prof. Enzo Boschi, ricevo dalla Dott.ssa Topazio le precisazioni che seguono.

At 09.50 27/02/2008, you wrote: Si precisa quanto segue:

  1. Enzo Boschi si é laureato in Fisica a Bologna il 27.07.68 con Giampietro Puppi. Da allora si é “esclusivamente” occupato di Sismologia e Fisica della Terra solida. Assistente ordinario di Michele Caputo, nel 1975 (cinque anni prima del terremoto dell’Irpinia) ha vinto un concorso a cattedra in Geofisica. Tutto facilmente verificabile (si allega un breve cv). Carriere alternative di Boschi, anche se divertenti, non hanno fondamento.

  2. Alle critiche di De Vivo et al. su EOS, Boschi ha adeguatamente risposto sulla stessa rivista.

  3. I fondi utilizzati dall’INGV per svolgere attivit di supporto alla Protezione Civile sono amministrati nel pieno rispetto delle regole con tanto di certificazione.

Sonia Topazio (Capo ufficio stampa INGV)

– Dott.ssa Sonia Topazio capo ufficio stampa Ufficio di Presidenza Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Via di Vigna Murata, 605 00143 Roma

Sempre e solo per amore della corretta informazione, preciso, a mia volta, quanto segue: 1) Tutti conosciamo i meriti del Prof. Boschi, non vedo a cosa possa servire il fatto che mi spediate il suo CV! Per quanto riguarda le carriere alternative, il Prof. Boschi nella sua lettera all’On.le Carlucci, si è espresso in lingua Italiana ben comprensibile, e quindi non é il caso di fare altri commenti. 2) Per quanto riguarda le “presunte” risposte all’articolo su EOS, c’è stata solo una “risposta”, more solito, autocelebrativa. Non é stata mai data risposta relativamente al problema del conflitto di interesse. Anche per questo non c’é bisogno di aggiungere altro. La questione come ben sa il Prof. Boschi é stata anche oggetto di interpellanza parlamentare da parte dell’On.le Poretti. 3) Penso che anche la valutazione dei meriti dei Proff. Boschi e Maiani per la Presidenza del CNR sia stata fatta nel rispetto delle regole e con tanto di certificazione…. Cordiali saluti B. De Vivo |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 12:22|

  1. Maurizio scrive:

Carlucci ridicola… vergognati piu’ che scusarti!!! |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 13:11|

  1. Noster scrive:

On. Carlucci ma lei con quali meriti è stata nominata Onorevole? Credevo che le figure di giullare di corte fossero ormai scomparse… ma a quanto pare devo ricredermi. |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 15:40|

  1. Felice P. Di Chito scrive:

Ho appreso da Repubblica dei suoi interessi per la fisica dei quark e per le nomine al CNR. Lei, con documenti smentiti da più parti, sta mettendo in discussione la nomina del prof. Maiani. La invito a chiarirci la nomina del precedente responsabile CNR, prof. Fabio Pistella…temo che Le stia sfuggendo qaulche “dettaglio”. |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 16:58|

  1. Michele Maggiore scrive:

Ho visto la ridicola querelle Carlucci-Maiani-Glashow. Da fisico, e da italiano che vive all’estero, posso solo dire che persone come la Carlucci ci fanno vergognare di essere italiani. |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 17:15|

  1. Roberto scrive:

Sig.ra Carlucci,

leggo un altro suo intevento sulla questione a cui corrisponde inesorabilmente una smentita di chi queste cose le ha vissute e viste. Come vede la realt è diversa da quello che lei vorrebbe farci credere. Gaffe su gaffe. E’ il partito che glielo chiede? Buon per lei allora, ma ce lo faccia sapere perche se cosi non fosse, la faccia lei l’ha gi persa e con essa anche un bel pò di voti. Non sarebbe meglio, a questo punto, chiedere pubblicamente scusa per la querelle senza fondamento? E soprattuto, visti gli innumerevoli interventi unanimi nel delucidare la figura di Maiani, non sarebbe meglio chiedere scusa per l’enorme imbarazzo che anche all’estero ci ha provocato?

Che lei lo voglia o no, Maiani è un segno indelebile nella storia del nostro paese come Fermi, Majorana, Galileo, Leonardo e tanti altri che hanno fatto della fisica e dlla ricerca l’orgoglio del nostro paese. Lei cosa ci lascia…onorevole?

E’ solo un imbarazzo per l’Italia, per le cose che scrive per come le scrive e soprattuto per come pensa. Si dimetta se ne ha il coraggio. |Lasciato il 29 febbraio 2008 alle 17:20|

  1. Filippo scrive:

Ahimé, lei continua a peggiorare la sua situazione. Chiunque abbia voglia di spendere dieci minuti a informarsi sa che Maiani è con tutta probabilit il più autorevole Fisico italiano. La scuola di Fisica della Sapienza ha lasciato una traccia nella storia della scienza quale forse nessun altro contributo italiano dopo Galilei. Per capire questo, ripeto, a un’ignorante del campo basterebbero dieci minuti. Ne consegue che Lei non solo ignora ciò di cui parla, e crede scioccamente di poter apparire credibile mentre polemizza con premi Nobel, ma è in malafede. L’ignoranza è una malattia curabile, ma la stupidit e la malafede purtroppo non lo sono… |Lasciato il 1 marzo 2008 alle 10:34|

  1. Gino Favero scrive:

Onorevole Carlucci,

le scrivo solo per comunicarle il mio dispiacere nel constatare che i toni del suo messaggio sono anni luce lontani dalla politica che vorrei vedere. Trovo quantomeno capzioso mescolare i “sembra” e le grandi incontestabili affermazioni sui principi fondanti del vivere civile (il fatto che la nomina del direttore del CNR debba avvenire in modo del tutto trasparente, p.es.), da un lato, insieme con affermazioni mostruosamente parziali e non supportate nemmeno da un link (il fatto che Parisi abbia “ammesso” che la decisione sia stata “puramente partitica”, sempre p.es.). Soprattutto la mancanza di link è imperdonabile, in un blog. Sempre a mio gusto, sarebbe bello anche vederle chiedere scusa per alcune sue affermazioni piuttosto questionabili (“perche’, se Maiani è un grande scenziato, non ha vinto il Nobel?) e mi dispiaccio anche nel constatarne l’assenza.

Capisco, però, che la politica italiana funziona così, a polveroni e polemiche, a screditare l’avversario e a non ammettere i propri torti. Da una parte e dall’altra, non lo discuto. Ma è un peccato che un partito che si presentava come una grande novit nel panorama politico italiano stia continuando a mancare clamorosamente l’occasione di rinnovare veramente questo paese, iniziando dall’eliminazione delle piccinerie nei modi di fare politica. Sar per la prossima. Cordiali saluti. |Lasciato il 1 marzo 2008 alle 13:32|

  1. raser scrive:

cara carlucci, vada avanti, ci piacciono le comiche |Lasciato il 1 marzo 2008 alle 21:11|

  1. Axel scrive:

“Concludendo mi sono convinta che Maiani non è il migliore scienziato possibile e immaginabile come vuol far credere una lobby scientifica molto potente che ha la Fisica delle Particelle come disciplina principale e la “Sapienza” come luogo di incontro preferito”. Beccare un congiuntivo no ? E poi questa straparla pure di Nobel… egregia , il “che” supporta il congiuntivo, non l’indicativo presente… |Lasciato il 1 marzo 2008 alle 21:32|

  1. Fabristol scrive:

Vorrei solo farle notare che se digita su Google il suo cognome e quello di Maiani compariranno 20.000 voci. Non male come figuraccia mediatica su internet in appena dieci giorni. SE continua così rischia di apparire perfino su una pagina a lei dedicata di Wikipedia. E leggendo tutti i commenti qui e le e-mail che le sono arrivate, nonché le rispsote di fisici e scienziati, insomma, non le viene un po’ il dubbio che forse, ma proprio forse ha sbagliato? Se continua poi a scrivere post in sua difesa, qunado invece sarebbe meglio chiuderla qua o ammettere l’errore, rischia solo di peggiorare la situazione. Chi la sta spingendo a questo On. CArlucci? Chi sono le vere mani che muovono i fili del suo gioco? Libero, Berlusconi, Oltretevere o Zichichi?

Stia attenta che la stanno usando per i loro scopi.

Saluti |Lasciato il 2 marzo 2008 alle 04:50|

  1. Andrea Jamiroz scrive:

@fabristol Ormai è gi su Wikipedia. La Carlucci ormai in tutto il Mondo (scientifico e non) è quella che ha tentato di denigrare e infangare una mente eccezionale come Maiani. E con lui, ovviamente, la fisica delle particelle italiana. Purtroppo la figura di m…a fatta non riguarda solo lei, ma tutto il nostro paese… |Lasciato il 2 marzo 2008 alle 14:29|

  1. Roberto scrive:

Vorrei sapere chi è quel branco di imbecilli che le ha dato il voto e le ha permesso di sparare a zero su uno che in quanto a spessore, intelligenza, capacit , onoreficenze e lustro fa il vanto della nostra nazione. Lui è un numero uno, lei è uno zero completo. Ritorni a fare interviste a carciofi e culatelli. |Lasciato il 2 marzo 2008 alle 20:10|

  1. Stefano (laureando in Fisica) scrive:

“La potentissima lobby della Fisica delle Particelle dell’universita’ La Sapienza”. ” Spero che al più presto si faccia un’attenta analisi su come vengono suddivisi i fondi pubblici per la ricerca. Che servano ad affrontare i gravi problemi del Paese e non solo a produrre tante pubblicazioni (anche sbagliate secondo Glashow) con tante citazioni per soddisfare la vanit di qualcuno.”

Ma vaffanculo! Vatti a informare sul reddito dei dottorandi e dei ricercatori in Italia prima di aprire la tua bocca di merda! |Lasciato il 2 marzo 2008 alle 23:13|

  1. Lorenzo scrive:

Egregio Onorevole: giusto un paio di appunti.Se Lei crede che il nobel eil metro con cui si giudica la bravura di uno scienziato,prima Lei deve diventare scienziato,e poi capira cosa significa (ad Eistain non lo volevano dare percheLorentz era in commissione e i due non erano certo amici). Fatte le debite proprorzioni,e come se uno presentatore televisivo ebravo tanti piu telegatti vince. Secondo:Lei di certo non ha una laurea in Fisica,al contrario di me,di Maiani e Glashow,quindi mi stupisco di come possa sapere quello che scrive:chi glieLe suggerisce?io c’ho messo 5anni di laurea per capire cos’eil Meccanismo GIM,lei non puo averlo imparato in 2 giorni:con rispetto per le Sue potenzialita,gli argomenti sono indiscutibilmente difficili. Terzo: io sto facendo il dottorato in Inghilterra:se avessi saputo che a Roma ci pagavano cosi tanto come dice, non me ne sarei andato…o forse si confonde col Parlamento?Ah,un ultimo appunto: la lobby dei fisici a Roma etalmente potente che quando esprimono un opinione (perche questa estata la scintilla),vengono brutalmente tacciati da tutti,nel piu grande esempio di forza bipartisan mai vista.E la libertadi opinione?Ah,giusto,abbiamo tutti la liberta di avere la Sua opinione. Resta il fatto che io mi sento terribilmente amareggiato dal fatto che studiosi affermati vengano giudicati non dai proprio pari,o da chi le conoscenze ce le ha,ma da lla politica.Con che diritto, mi chiedo?Non sto parlando del giudizio sulle opinioni,ma del giudizio sulla produzione scientifica. LA domanda e` lecita: chi La sta manovrando? |Lasciato il 3 marzo 2008 alle 01:41|

  1. Waddowa scrive:

http://www.rossodisera.info/images/stories/prodi.pdf

Che figura… |Lasciato il 3 marzo 2008 alle 12:26|

  1. chiara scrive:

ma perché??????? non bastavano le figuracce mondiali che i nostri politici ci stanno facendo fare???ci mancava pure la gabriella…anche se io la vorrei ringraziare.. è da stamattina che sto ridendo come una matta… grande gabri!!! ti prego scrivi un’altra letterina???perfavore!!!! sempre in inglese pero’. così non perdo tempo a tradurla per i miei colleghi.. grazie gabri!! continua così. |Lasciato il 3 marzo 2008 alle 15:30|

  1. Stefano Boselli scrive:

Sig.ra Carlucci, la fisica, come del resto la scienza, non ha nulla a che vedere con la politica. In conseguenza a ciò, nel mondo ci saranno fisici che hanno una formazione ideologica orientata a sinistra come a destra. L’orientamento politico non ha nulla a che vedere con i meriti accademici. Tuttavia in questo blog non ho trovato nessuno scienziato difendere le sue tesi. Si è domandata il perché? Forse in Italia i fisici sono tutti comunisti e quindi appartenenti a sedicenti gruppi di potere a lei ostili oppure la ragione va ricercata nella totale assurdit delle sue posizioni. La saluto con un celebre aforisma di Albert Einstein: “A volte è meglio stare zitti e lasciar passare l’idea di essere stupidi che parlare togliendo così ogni dubbio”. |Lasciato il 3 marzo 2008 alle 23:06|

  1. parlamento pulito scrive:

per Enzo D. (37) scusate ma lei è quella che ha messo la tassa su i supporti CD DVD e su gli hard disk per contrastare la pirateria?

certamente, voleva le royalties su questa http://socialismosurreale.ilcannocchiale.it/blogs/bloggerarchimg/ socialismosurreale/Gabriella_Carlucci_0001.JPG uahahah h h
|Lasciato il 4 marzo 2008 alle 21:53|

  1. jacopo scrive:

Ti ha risposto parisi, ti ha preso per culo Glashow che tu stessa hai citato e provato a portare dalla tua parte, hai ricevuto più di 300 commenti sfavorevoli di semplici navigatori che si sono imbattuti sul tuo blog, cos’altro aspetti a chiedere scusa? Possibile che non ti vergogni nemmeno un po’? Perché parli di argomenti di cui non capisci un cazzo? Io studio fisica e sono al terzo anno. Degli articoli di Maiani e Glashow da te citati non sapevo nulla, nè avrei capito una parola se solo avessi provato a leggerli. Per avvicinarsi a quella roba servono anni e anni di duro studio, di sacrificio e di impegno. Tu scarrozzi per le strade del centro con la tua porsche, impatti un bus e corri per la corsia preferenziale contromano. Possibile che non ti fai schifo da sola? Non meriti di essere chiamata onorevole, come tanti altri tuoi colleghi. Spero che qualche persona di buona volont ti riempia di pomodori in faccia. |Lasciato il 6 marzo 2008 alle 20:49|

  1. Chiara Lalli scrive:

Torna in tv!

Petizione: http://www.PetitionOnline.com/gabintv/petition.html |Lasciato il 7 marzo 2008 alle 00:46|

  1. simone scrive:

CHIEDI SCUSA!!! ma dai.,. che figura di merda colossale |Lasciato il 7 marzo 2008 alle 02:01|

  1. Silvana Tocco scrive:

Gentile Signora on. Carlucci, credo che lei dovrebbe semplicemente vergognarsi. Subito dopo potrebbe informarsi sugli studiosi italiani di grande valore che, nonostante la classe politica, di destra, di centro e di sinistra, veramente scadente sotto tutti i profili, riescono a fare qualcosa di buono in questo paese. Non so quanto Lei valesse come show-woman (girl mi pare inappropriato), perché non mi piacciono certi programmi e ho poco tempo per la tv, ma senza dubbio era migliore (o meno scadente, come preferisce)come tale di quanto lo è come politico. Silvana Tocco |Lasciato il 7 marzo 2008 alle 10:56|

  1. Lucia scrive:

sono convinta che qualcuno la sta proteggendo: se questa notizia avesse una cassa di risonanza anche su tv e giornali oltre che su internet questa scema sarebbe inevitabilmente costretta a dimettersi, invece su questa vicenda c’è un incredibile silenzio stampa… |Lasciato il 7 marzo 2008 alle 11:06|

  1. Midbar’s Blog » Lasciatela fare scrive:

[...] A tutti coloro che mi hanno scritto sulla questione della Presidenza CNR (1977) [...] |Lasciato il 7 marzo 2008 alle 17:23|