Democracy


Esiste, converrete con me, un certo movimento di persone che si sta battendo contro l'euro e comunque contro la comunità europea. Queste persone si sono formate, almeno a quello che sembrerebbe, presso l'Alta Scuola del DIY. Tanti siti, da quelli ghiacciati a quelli per i personaggi di Disney, sono emersi dal web, raccontando verità assolute sulle monete, sulla sovranità monetaria, sui danni dell'euro.

Scondo me il problema non è che ci siano questi siti, ma come sono nati. Mutuando la strategia grillina dell'uso dei siti come fonte di lucrosi click, in cambio di stupefacenti rivelazioni su libertà, sprechi della kastah, orrori perpetrati dai pddini, anche questi siti rivelano in blocco come ci sia un economista che aveva previsto tutto e che ci diceva che l'euro ci avrebbe ridotto in miseria.

Generalmente, tutti questi articoli partono con un titolo a effetto, e poi arriva la mazzata: ci viene spiegato come l'euro ci uccide. Le conseguenze purtroppo sono tragiche, oramai non esiste, nel virtuale come nel reale, un luogo dove non arrivi un missionario a spiegarti il verbo della Modern Money Theory, che ti spiega come tu non capisci un cazzo e come invece loro siano l'umanita 2.0.

Ma anche Warren Mosler ci raccontava che c'è un limite all'uso che viene spiegato dai nostri guru italiani come importantissimo per eliminare completamente la disoccupazione. Un conto è essere chi stampa il dollaro, un conto chi stampa l'euro, un conto chi stampava le lire. Non volere vedere queste differenze può far sembrare bugiardi, oppure semplicemente gente che si è inventata il lavoro guadagnando con questi maledetti click.


Tags: politics