Ancora Fazio


Non dubito che Fazio possa portare un ottimo ritorno economico all'azienda Rai. Questo costoso monoscopio umano, con oltre 11 milioni e passa di contratto per 4 anni (sì, dovremo vederlo appunto per 4 anni almeno) sicuramente farà guadagnare tanta pubblicità alla sempre troppo pagata televisione di stato, e verrebbe da chiedersi, anzi a me è già venuto, perché investire su di una sola persona anzichè su un centinaio di creativi, tra cui magari arriva qualcuno che ti tira fuori un programma geniale..
C'è anche da considerare che, in un libero mercato, il prezzo è la mediazione tra la domanda e l'offerta, e con l'offerta Fazio non so quanta domanda c'era: forse passava a La 7 o a Sky? Mah, non mi pare l'uomo giusto, sia per le attuali tendenze politiche di queste televisioni, sia per il target diverso.
Non so se la bella televisione degli anni '60 aveva Nanni Loy presente prima del tg e poi in prima serata, o se pure Gregoretti era fisso in salotti televisivi: magari, dalle Kessler in poi, come uno iniziava non finiva di apparire: per esempio, la Carrà mica c'è stata poche volte in tv, e, mi si dirà, mica ha guadagnato poco.
Va bene. Sono io che critico ciò che non mi piace, e Fabio Fazio fa parte di questo. Però non oso fare i conti, non voglio informarmi quanto veniva dato Mike Bongiorno sul totale del fatturato e delle ore di trasmissione con la tv di allora.