Mi perdonino i pagliacci

★ ◂ ▸ Buon Appetito
2018/09/28

Se c'è un mestiere che appare desueto con il governo del cambiamento nell'esercizio, è quello, circense, del clown. Se si intendono come personaggi che nella struttura ricreativa dello spettacolo servono a fare ridere, il loro valore è enormemente sminuito dalla capacità sovrumana delle forze politiche grilline che, per far fronte alla necessità di propaganda a basso costo, devono fare sceneggiate meroliane con il poco che hanno. Pensiamo ai milioni di italiani che devono assistere a questi spettacoli, anche a quelli come me che non li hanno scelti, che hanno infamato Berlusconi per anni e adesso farebbero volentieri a cambio tra questi e il ritorno del bandanato. Non riesco a capire, e spero che ce ne siano altri come me, non si riesce a giustificare il festeggiare con i propositi di indebitare le generaziioni future mediante il più orrendo assistenzialismo madurista.
Il retrogusto di tristezza, comunque, in maggior parte è dato dal fatto che sono stati eletti in parlamento dalla gente che trovo accanto a me mentre cammino sul marciapiede, persone con cui dovrei discutere di cose tipo "sovranismo" e boiate simili, anche se alla fine per molti conta solo la rabbia e il berlusconiano odio sociale. Mi scusino quindi i pagliacci se li ho paragonati a questa gente, l'argomento è solo decadente noia.


Tags: politics grillo