Terzo Mondo E Secondo


Terzo Mondo E Secondo Secondo me deve stare per succedere qualcosa di talmente grosso che il PD cerca in ogni modo di perdere le elezioni. Dopo aver recuperato un pò di forza con l'idea di farsi valere con i paesi europei, che d'altro canto hanno dalla parte loro il fatto di non dovere assecondare il bambolotto papale e sono avvantaggiati dalla posizione geografica, oltre al fatto che certe cose le vogliono fare: la relativamente all'Italia vicinanza cattolica della Spagna, chiudendo i porti alle navi delle psicoong straniere, per esempio, non impedisce agli spagnoli di rifiutare forti afflussi di persone sul territorio nazionale, vedi Ceuta e Melilla.
A parte il fatto che mettere milioni di persone in Italia senza lavoro e di cultura, come nel corno d'Africa, non perpendicolare a quella italiana è una follia, basta vedere i sondaggi (che viaggiano spesso con oltre il 90% di contrari all'accoglienza indiscriminata, o che mettono l'accoglienza agli immigrati come priorità bassa rispetto alle altre del paese) per capire che la gente non ne può più. E' facile dire che i reati sono diminuiti, ma la criminalità spicciola, quella non denunciata, e il degrado, tipo quello dei gruppi di posteggiatori abusivi o dei questuanti ai semafori, solo un temerario potrebbe raccontarli come stazionari. Prima o poi, poco magicamente, arriva a dire il fatidico "ma chi se ne frega" a coloro che arrivano.
Le cose che non tornano sono molte, dalle mitiche ong nordiche che mettono in conto tutto all'Italia, ai merdosissimi francesi che comunque vada odiano più noi che chiunque altro, agli accordi non troppo definiti con i paesi europei, ma di sicuro così non si può continuare. La teoria boldriniana delle risorse si è dimostrata assolutamente sbagliata, i salti terzomondisti della sinistra italiana sono diventati tuffi nel fango.